Food bloggers against hunger

CIBO, NATURA BIO, STILI DI VITA | 4 commenti

#takeyourplace

Oggi, 8 aprile, partecipo con questo post ad un’iniziativa che riguarda in special modo gli Stati Uniti d’America. Si chiama “Food bloggers against hunger”: molti blogger, che si occupano di cibo e alimentazione, scriveranno oggi un post da donare ai bambini che soffrono la fame. Sembra strano, ma ancora oggi in America, 1 ragazzo su 4 non sa come procurarsi il pasto.

L’iniziativa nasce da un documentario dal titolo “A place at the Table”, un posto a tavola. Per far conoscere questo documentario, oggi ci sarà questo blogging-day. Un post come dono, per diffondere il documentario, per far sapere di questo grave problema, per dare indicazioni verso una sana e corretta alimentazione.

Il documentario è uscito negli USA lo scorso marzo. Si tratta di uno studio effettuato su tre famiglie alle prese con l’insicurezza alimentare, che ha messo in luce il problema della fame in America.

Ecco cos’è successo in generale negli Stati Uniti. Sono stati sovvenzionati i prodotti alimentari sbagliati. Milioni di americani mangiano in modo del tutto scorretto. Questo perché i cibi che si dovrebbero preferire, quali frutta e verdura, risultano essere più costosi rispetto a patatine, bibite, prodotti alimentari derivati. Chi dispone di poco denaro, quindi, mangia quasi esclusivamente questi prodotti industriali dallo scarso valore nutritivo.

Al momento, alcuni programmi di alimentazione scolastica pagano solamente 1$ per settimana per bambino, altri ancora danno 4$ al giorno per sopravvivere.

La crisi ha colpito gravemente anche gli Stati Uniti, per cui sono previsti ulteriori tagli di denaro per questi programmi di alimentazione.

E così, nasce l’idea del documentario e del blogging-day per far conoscere il problema. Molti privati e associazioni di volontariato americane si stanno già impegnando per aiutare i bambini e le famiglie più in difficoltà, ma non basta. Occorre far sentire la propria voce.

Vivendo in Italia e non conoscendo a fondo la loro realtà e le politiche americane, il mio contributo è tutto in questo post. Anche da noi il problema della corretta alimentazione non è ancora percepito da tutte le persone. A maggior ragione, sono contenta di aver avuto l’idea di un post al mese, che parli di frutta e verdura e di come sono importanti in base ai loro 5 differenti colori. A me ha molto sorpreso questo problema degli Stati Uniti, perché credo che sia presente anche da noi in Italia, magari ancora nascosto, magari se ne parla ancora poco, ma c’è.

Oltre al video che vedete in chiusura del post, questo è il sito dal quale parte l’iniziativa e dove potrete trovare maggiori informazioni, anche per chi di voi fosse interessato ad inviare lettere al Congresso per chiedere di proteggere i finanziamenti verso questi programmi alimentari e per rendere la legislazione contro la fame una priorità. Perché nessun bambino, in America come in ogni altra parte del mondo dovrebbe soffrire la fame.

[vimeo http://www.vimeo.com/62876017 w=400&h=300]

Sabrina Lorenzoni

Sabrina Lorenzoni

Biologa ambientale

Blogger e green content writer, mi occupo di comunicazione digitale e divulgazione scientifica nei settori ambiente e biosostenibilità.

4 Commenti

  1. Mirella

    Bella iniziativa! Mi piace molto.

    Rispondi
  2. www.caring4cancer.com

    Nice post. I was checking constantly this blog and I am impressed!
    Extremely helpful information specially the last
    part 🙂 I care for such information a lot. I was seeking this certain information for a very long time.
    Thank you and best of luck.

    Rispondi
    • Sabrina

      Thank you so much to you! I’m so glad to read your note. It’s a great success for me. I’m sorry for the english translation: hope it works well. Please, write a note whenever you want: it’s important to know what is most interesting for people. Thanks again and best luck to you too.

      Rispondi
  3. Cody

    This post will help the internet people for
    setting up new weblog or even a weblog from start to end.

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. Giornata Mondiale dell’Ambiente 2013 | curiosa di natura - […] Food bloggers against hunger […]
  2. Vandana Shiva e i nostri semi | curiosa di natura - […] INTERESSARTI ANCHE: Libera tavola, Libera Terra Food bloggers against hunger Una sera coi Menù Amici del […]

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI POST DA QUESTA CATEGORIA

La playlist di curiosa di natura

La playlist di curiosa di natura

Come dicono gli autori musicali di un certo livello: la playlist di curiosa di natura è fuori! Grazie al lavoro di Riccardo Urso, il Ricky, blogger musicale di fama interprovinciale. Questa è la storia di un bellissimo regalo di anti-compleanno. Se curiosa di natura...

Come rendere sostenibile la moda?

Come rendere sostenibile la moda?

Come possiamo rendere sostenibile la moda? Un capo di abbigliamento progettato secondo i principi dell'economia circolare e della sostenibilità è già un passo avanti: ma basta perché sia considerato sostenibile? Nel post troverai una riflessione sulla moda sostenibile...