Giornata Mondiale della Terra 2022: investi nel nostro Pianeta

ECOLOGIA

Proteggere la Terra vuol dire proteggere la nostra salute, le nostre famiglie, la nostra vita. Il tema della Giornata Mondiale della Terra 2022 è: “insieme dobbiamo investire sul nostro Pianeta”.

Il 22 aprile 2022 si celebra la Giornata Mondiale della Terra, in inglese Earth Day. Quest’anno saranno principalmente tre le azioni previste per l’appuntamento con il nostro Pianeta:

  • Agire con coraggio
  • Innovare ampiamente
  • Mettere in pratica azioni equamente.

Proprio così, quest’anno siamo tutti coinvolti, tutti insieme: cittadini, governi, imprese. Tutti siamo responsabili. Per la prima volta in diversi anni, le azioni da mettere in pratica sono così urgenti che ognuno è chiamato a fare la propria parte. 

Il tempo è poco, occorre agire subito per:

  • Risolvere la crisi climatica
  • Andare verso un futuro equo e sostenibile
  • Ripristinare la natura
  • Costruire un Pianeta sano per tutti.

Investire nel nostro Pianeta è importante per costruire un futuro equo e prospero. Le ricerche sono concordi nel dire che le aziende che sviluppano chiare politiche di sostenibilità ottengono in cambio una migliore redditività, una solidità finanziaria maggiore e dipendenti più felici. 

La sostenibilità è la strada verso la prosperità

Earth Day 2022

Investire nel nostro Pianeta significa costruire città, paesi ed economie sane. I governi hanno i mezzi finanziari per sostenere un’economia verde. Oltre alle rivoluzioni informatiche e industriali, è importante favorire le pratiche commerciali verdi. I sussidi verso le fonti energetiche fossili dovranno lasciare il posto ad incentivi per le energie rinnovabili. 

Investire nel nostro Pianeta perché è l’unico che abbiamo. Ognuno di noi può far sentire la propria voce, scegliere e agire nel rispetto delle persone e dell’ambiente. La sostenibilità e l’etica entrano a far parte della nostra vita e delle nostre scelte, a partire da quello che mangiamo fino a scegliere cosa indossare. 

Ogni momento è un’opportunità organizzativa, ogni persona un potenziale attivista, ogni minuto un’opportunità per cambiare il mondo

Dolores Huerta
Earth Day 2022: invest in our planet

Giornata Mondiale della Terra: cos’è e come è nata

La Giornata Mondiale della Terra è la più grande manifestazione ambientale che riguarda il nostro Pianeta. In tutto il mondo, persone, organizzazioni, governi si uniscono per ricordare l’importanza del pianeta sul quale viviamo. Perché lo sappiamo che non c’è un pianeta B, un pianeta di riserva sul quale la vita sia possibile così come lo è sulla Terra. 

La data del 22 aprile è stata scelta dalle Nazioni Unite. Cade esattamente un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera. 

Il 22 aprile 1970 si è festeggiata la prima Giornata Mondiale della Terra, in inglese Earth Day, riconosciuta a livello internazionale. La Giornata Mondiale della Terra è legata al nome di John McConnell, attivista americano che propose per primo di istituire questa giornata. McConnell fondò The Earth Society Foundation per diffondere la cura e la passione per il nostro Pianeta.

Da quel giorno in poi, ogni anno è un’occasione per coinvolgere tutti attorno ad un particolare tema di riflessione sulla natura e sul pianeta in generale. Ogni anno il tema cambia per farci riflettere sulle diverse problematiche che riguardano la Terra.

Temi importanti: dall’inquinamento di aria e acqua, alla plastica nell’ambiente, dalla distruzione degli ecosistemi alla necessità di utilizzare energie pulite e rinnovabili.

L’idea di una giornata dedicata alla Terra nasce nel 1962 negli Stati Uniti quando il senatore Nelson organizzò un’assemblea per discutere di questioni ambientali. Assieme a Robert Kennedy, l’anno successivo l’evento toccò 11 Stati dell’America, tutti coinvolti in assemblee e raduni per parlare di temi legati all’ambiente.

Nel 1969 un importante disastro ambientale riporta l’attenzione verso la nostra Terra: la fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oil al largo della California. Da questo drammatico episodio nasce la necessità di dedicare una giornata mondiale ai temi della Terra e dell’ambiente. 

Gli italiani prevedono un Pianeta e un futuro più green

Quanto sarà green il nostro futuro? Secondo una recente indagine sul clima realizzata dalla BEI, Banca Europea degli Investimenti, il 75% degli italiani crede che le politiche in atto per contrastare i cambiamenti climatici saranno in grado di portare ad un futuro più green (puoi leggere i dati della ricerca a questo link)

La stessa percentuale di persone vede la qualità della propria vita migliorata, con miglioramenti sul mondo del lavoro e sulla qualità della vita in generale. Siamo più ottimisti rispetto alla media dei Paesi Europei (56%).

Secondo il 75% degli italiani la transizione ecologica avrà un’impatto positivo sull’occupazione. Ma come vedono il futuro in ambito green gli italiani?

Tra venti anni il 30% delle persone non avrà un’autovettura di proprietà, ma la maggior parte si sposterà noleggiando automobili e altri veicoli. Un’ aumento del car sharing e del bike sharing che viene visto come protagonista nelle nostre città.

Anche il mondo del lavoro cambierà in modo radicale. Secondo gli italiani, il 64% dei lavoratori lavorerà da casa, in smart working, e questo avrà un impatto positivo sulla diminuzione del traffico dovuto agli spostamenti da casa a lavoro e viceversa.

La tavola degli italiani subirà una svolta green: oltre il 40% delle persone avrà adottato una dieta vegetariana. Per motivi di salute, per motivi etici e perché gli allevamenti intensivi sono molto inquinanti e non più sostenibili dal punto di vista ambientale. Tutte buone ragioni per muoversi verso una dieta a base vegetale.

L’energia è un altro punto di fondamentale importanza per il futuro. Secondo questa statistica, nei prossimi venti anni ad ogni cittadino italiano sarà assegnata una quota prestabilita di energia da dover consumare: lo pensa circa il 54% degli intervistati.

I cambiamenti climatici avranno cambiato la nostra geografia e le nostre abitudini. Il 30% degli intervistati pensa che dovrà trasferirsi in un’altra regione italiana o anche in un Paese diverso a causa del cambiamento climatico.

In attesa di arrivare a conoscere il nostro futuro, ricordiamoci di agire per noi e per il Pianeta ogni giorno. Questa giornata mondiale ci aiuterà a riflettere e a scambiare opinioni sulla nostra Terra e sul futuro che stiamo costruendo insieme. Buona Giornata della Terra 2022!

Sabrina Lorenzoni

Sabrina Lorenzoni

Biologa ambientale

Blogger e green content writer, mi occupo di comunicazione digitale e divulgazione scientifica nei settori ambiente e biosostenibilità.

0 commenti

ALTRI POST DA QUESTA CATEGORIA